Architettura come sfida.

Potenzialità inespresse / Parte Prima

Talvolta, il progetto di architettura può divenire l’occasione per trasformare radicalmente uno spazio.
Trasformare implica scelte, le quali necessitano inevitabilmente di pensiero e valutazioni.
Cogliere le caratteristiche permeanti di un edificio esistente per preservarle e mantenerle in vita, ma allo stesso tempo rigenerarne la qualità,
diventa un'ambita sfida alla quale ogni progettista non sa resistere.
La sfida risulta essere tanto più avvincente quanto più appare impossibile.

In questo caso, Adami&Albi si è concentrato sulla rigenerazione di un edificio attualmente inutilizzato.
Lo stesso risulta inserito all'interno di un tessuto prettamente commerciale e direzionale, a pochi passi da un importate centro abitato nella provincia Veronese.
Il programma funzionale prevedeva l'innesto di una funzione turistico-ricettiva calata all'interno della struttura stessa.

Torna al blog

Altri spunti interessanti.

Un’idea di introversione

30.11.2019

Non tutto è male.

11.11.2019

Questo sito utilizza cookie tecnici per una migliore esperienza e avere statistiche sull’uso. Per saperne di più o negare il consenso Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi