Concept

Riassunto dei ragionamenti fatti.
Dossobuono necessita di una Piazza, che sia dotata di funzioni civiche, assistenziali e sociali.
Essa, seguendo gli esempi straordinari offerti dalla storia italiana, deve necessariamente configurarsi come uno spazio limitato e racchiuso in grado di figurarsi (in relazione alla dimensione della città di Dossobuono) come centro di aggregazione. Questa delimitazione viene garantita dalle Scuole Locchi, su un lato; da un nuovo edificio posto trasversalmente alla Scuole Locchi in grado di riproporzionare l'immenso spazio che separa la Chiesa dalle Scuole medie; e da un sistema di portici che, sul lato delle case Fanfani, consente l'accesso alla sala polivalente ed a tutti i volumi tramite un percorso coperto.
Il volume centrale divide quindi lo Spazio in 2 Piazze: una Piazza di pietra ed una adibita a verde e parco giochi.
In testa alla Piazza, viene posizionato il Monumento, in grado di fungere da punto di riferimento e, assieme alle Scuole Locchi, aprire la visuale sulla prima Piazza, quella pavimentata, dalla quale si hanno gli accessi alle zone pubbliche.
La Piazza diventa così un luogo per tutti: bambini (parco della Piazza Verde), giovani (Bar e Biblioteca) e anziani (Centro Sociale), tutti riuniti ed accomunati dalla funzione svolta dalla Delegazione Comunale e dalla Sala Polivalente.

Perché la Piazza, è di tutti Noi.

Torna al blog

Altri spunti interessanti.

La piazza. Work in progress: video illustrativo dei volumi.

04.10.2019

La piazza. Work in progress: scorci.

30.09.2019

La piazza. Work in progress: viste tridimensionali dei volumi.

26.09.2019

Questo sito utilizza cookie tecnici per una migliore esperienza e avere statistiche sull’uso. Per saperne di più o negare il consenso Privacy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi